Tag Archives metal detecting


Metal Detecting per Principianti: Glossario della terminologia di base


Da quando ho aperto il blog e ho cominciato a scrivere articoli tecnici e recensioni, vengo contattato spessissimo da persone di ogni età che vorrebbero iniziare a praticare questo hobby ma che, leggendo qui e là per farsi una prima idea, restano disorientati dai tanti termini “strani” che comunemente vengono utilizzati dagli utenti. E’ assolutamente normale essere un po’ spaesati avvicinando il metal detecting in Italia, soprattutto perché molto frequentemente i cercatori più navigati utilizzano un “gergo” che mescola termini in lingua italiana con quelli inglesi.
Pensando quindi di fare cosa gradita, specialmente ai novizi, ho deciso di scrivere questo articolo che introdurrà i termini più frequentemente usati dai cercatori italiani creando un vero e proprio glossario del metal detecting. A darmi una mano, suggerendomi diversi termini, ci sono stati anche gli amici dell’AMD Tech Team (Sergio, Riccardo, Mauro, Pietro e Matteo) e Mirco (di Smart Metal Detecting). Questo piccolo vademecum sarà aggiornato costantemente, anche grazie alle segnalazioni e richieste di chiarimento di voi lettori che potete inviare alla mia email, e spero possa essere utile non solo a chi desidera cominciare a praticare il nostro hobby, ma anche a qualche cercatore più smaliziato per fugare qualche vecchio dubbio.

Non mi resta che augurarvi Buona Lettura e, come sempre, Buona Ricerca!

Leonardo Ciocca
AMD Tech Team
Per segnalare altri termini: lciocca@amdtt.it

Continue Reading


TEST: Piastra Detech SEF 15”x12” per Makro Racer – “Per veri professionisti”


Tutti noi detectoristi conosciamo le piastre della Detech, soprattutto la serie SEF con la sua peculiare forma “a farfalla” con la loro potenza in termini di profondità e stabilità. In questi giorni ho avuto la fortuna di poter testare, grazie al costruttore bulgaro, la versione SEF 15”x12” per Makro Racer 1 e 2. Chi possiede questi metal detector di produzione turca sa che vengono fornito con una ottima piastra DD da 11”x7” di serie capaci di buona profondità e notevole separazione dei target.
Ma per chi voglia aumentare le performance? Cosa offre il mercato?

La Detech, sempre attenta alle richieste dei detectoristi di tutto il mondo, ha voluto appunto presentare per questi modelli una piastra già ben conosciuta, la SEF 15”x12”, dalle dimensioni generose e dalle prestazioni eccellenti. Sarà riuscita nel compito di fornire una valida alternativa ai possessori di Makro Racer?
Bhè, non vi resta che continuare a leggere questa recensione.

Continue Reading


TEST: Nuova piastra/detector XP HF COIL GOLD PROSPECTING 9”


(c) 2017 by Leonardo Ciocca – AMD Tech Team

E’ da alcuni mesi che la casa francese XP ha messo in commercio la nuova piastra HF da 9” per il suo modello di punta, il DEUS. L’azienda transalpina, molto gentilmente, mi ha messo a disposizione un’unità completa (con telecomando, piastra/detector da 11” e 9″ HF,  pinpointer MI-6 e cuffie wireless WS4) aggiornata alla versione 4.0 del firmware, update necessario per poter utilizzare e testare questa nuova piastra ad alta frequenza.

Per chi di voi si è un po’ stupito per il titolo bizzarro di questo articolo “…piastra/detector…”, voglio subito dare una spiegazione per chiarire il tutto.

Per anni la maggior parte dei detectoristi (sia utenti di Deus che non) hanno sempre considerato le piastre di questa macchina…semplicemente delle piastre… In realtà sono molto di più!

Continue Reading


7+1 Errori da evitare nel Metal Detecting


Oggi, frugando nel mio archivio articoli, ne ho ritrovato uno che non credo di aver pubblicato e che riguarda alcuni dei più comuni errori commessi quando si pratica il detecting, specialmente da novizi (ma non solo!). Ho già pubblicato altri testi su argomenti simili ma credo che una bella “rinfrescata” non faccia mai male…

Da quando ho iniziato ad interessarmi all’hobby del detecting ho sempre cercato di imparare a conoscere al meglio lo strumento che utilizzavo, le sue funzionalità, le sue opzioni e regolazioni, per ottenere il massimo delle prestazioni possibili. Più mi documentavo, studiavo, provavo e riprovavo varie configurazioni e più diventavo “padrone” del mezzo ottenendo risultati sempre migliori. Per altro, oggigiorno, le macchine sul mercato offrono performance di buonissimo livello anche con una spesa contenuta perchè, è cosa nota, l’elettronica evolve di continuo a ritmi impressionanti permettendo di sviluppare cercametalli sempre più potenti ed efficaci. Ciò che evolve con tempi molto più lunghi è chi questi apparecchi li utilizza: l’operatore! Molto spesso la differenza tra una giornata ricca di ritrovamenti ed una magra non è tanto ascrivibile alla qualità del detector utilizzato ma dalla capacità dell’operatore di usarlo correttamente evitando in special modo errori grossolani che possono fare la differenza.

Continue Reading


Lettera aperta ai detectoristi italiani…


E’ con vero piacere ed onore che vorrei condividere con tutti i lettori del nostro blog la lettera aperta, scritta da Edoardo Meacci, nostro grande amico, e sottoscritta dai fondatori e dai membri onorari dell’MD Club Italia.

Il tema della legalità nel metal detecting praticato nel nostro Paese richiede sempre nuove riflessioni e nuovi stimoli ed Edoardo ha ben riassunto lo spirito che dovrebbe animare ogni cercatore italiano nel prossimo futuro.

Continue Reading


F19: La Fisher Labs cambia musica… E le suona a tanti!


La Fisher Labs, capostipite del gruppo First Texas che raccoglie anche altri prestigiosissimi e leggendari marchi come Teknetics e Bounty Hunter, è una delle aziende più longeve del panorama del metal detecting mondiale. E’ stata proprio la Fisher, nel 1931, a mettere in commercio il primo metal detector per uso hobbistico e, da allora, ha sempre rappresentato l’eccellenza costruttiva in questo settore. Senza andare troppo indietro nel tempo, macchine come il CZ21, subacqueo multifrequenza a 5 e 15 kHz, gli eccezionali F70 e soprattutto F75, che hanno letteralmente fatto la storia di questo hobby, senza dimenticare i più recenti F2, F4, F5 e la nuova serie F11, 22 e 44 che hanno portato una vera ventata di aria fresca nel catalogo dell’azienda texana.

Oggi vi parlerò di una delle ultime creazioni, l’F19 che, sebbene denominata con un numero “basso”, non per questo deve essere considerata una macchina minore, anzi… tutt’altro, indica semplicemente la frequenza operativa, 19 kHz, utilizzata. La Fisher Labs, specie dopo l’acquisizione nel suo team di progettisti di Carl Moreland, vero guru del design di detector, fondatore del forum GEOTECH ed ex capo ingegnere della White’s Electronics (dobbiamo a lui gran parte dell’hardware dello Spectra V3, dell’MX5 e dell’ultimo nato MX Sport), ha fatto un deciso salto di qualità nel panorama detectoristico internazionale…

Continue Reading


Come trovare target più in profondità (Prima Parte)


Quante volte mi hanno fatto la domanda: “Ma qual è il detector che va più in profondità?” oppure: “Come posso andare più in profondità col mio metal detector?”. Se avessi ricevuto un centesimo per ogni volta che mi è stata rivolta questa domanda, bhè, forse non dovrei più lavorare per mantenermi.

In realtà rispondere a questo quesito in modo assoluto non solo è molto difficile, ma direi praticamente impossibile. Sicuramente ci sarà qualcuno che dirà: “Semplice… basta comprare questo detector qui… o montare questa piastra qua… e, FIDATI, con queste impostazioni ‘sfondi’ di sicuro!”. Ho letto mille volte frasi del genere e, onestamente, non mi hanno mai convinto…

Continue Reading


Metaldetecting sportivo: i “trucchi” dei Campioni!


Quando penso a ciò che di più prezioso mi ha dato il metal detecting, quali sono le cose più belle che il cercametalli mi ha permesso di trovare in questi dieci anni di attività, non ho nessun dubbio: gli amici!

Non solo i miei compagni di team dell’AMD, il gruppo IDI, MD Club Italia, MD Campania e tutti gli altri amici della LIMH ma anche tanti altri amici, vicini e lontani, e che tanto hanno arricchito la mia vita, sia come “cercatore” che, e sicuramente per me è più importante, come persona.

Tra questi posso sicuramente annoverare anche Andrea Valeri e Giovanni “Norcino” Coccia. Andrea e Giovanni, nel corso degli ultimi anni, sono stati punti di riferimento indiscutibili sia per me che per tanti altri hobbisti del metal detecting italiano. Persone semplici, alla mano, simpatiche e senza dubbio, tra i migliori detectoristi sportivi (e non solo!) che si possano trovare in Italia. Ma al di la delle vittorie conseguite nelle tante gare alle quali hanno partecipato, ciò che apprezzo più in loro è la loro contagiosa simpatia e voglia di stare insieme agli amici con i quali condividono questa passione.

Continue Reading


AircrashPO – Airfinders: una missione encomiabile…


C’è un gruppo affiliato alla LIMH (Lega Italiana MDing Hobbistico) un po’ speciale: l’AirCrashPO-Airfinders. Non si tratta semplicemente di appassionati di metal detecting, ma di persone che hanno voluto dedicare le proprie energie ad una missione davvero encomiabile: la ricerca di relitti di aeroplani abbattuti durante le numerose battaglie aeree e le attività di bombardamento del nostro Paese durante i conflitti mondiali…

Continue Reading


XP DEUS: Frequenze operative, facciamo chiarezza?


Sin dall’uscita della prima versione dell’XP DEUS, molti dubbi e confusione si sollevarono circa le caratteristiche funzionali delle 4 frequenze disponibili: 4, 8, 12 e 18 kHz.

Nel tempo questa confusione è andata aumentando per via di alcuni banali equivoci nella interpretazione della traduzione dal manuale originale francese a quello in lingua inglese e poi in italiano.

Ma partiamo dalle basi…

Cosa cambia tra una frequenza bassa, media e alta?

Come sapete, sul mercato ci sono modelli di metal detector VLF/IB che funzionano con frequenze operative anche molto diverse. Si va da detector a frequenze molto basse (2-2.5 kHz) andando poi verso le medio basse (6-7 kHz) le medie (12-15 kHz), medio alte (18-22.5) fino a quelle cosiddette alte, oltre i 30 kHz, che formalmente fanno perdere l’appellativo di VLF (Very Low Frequency) alla macchina.

Perché i vari detector hanno frequenze diverse tra loro?

Continue Reading


XP ADX 150: potenza, semplicità e leggerezza… per tutte le tasche!


La primavera è finalmente arrivata e le giornate di pioggia finalmente sembrano averci dato un po’ di tregua. Era davvero ora di poter ritornare sul campo perché, come avete avuto modo di leggere nel blog, in questo periodo il team AMD è stato davvero “carico” di prodotti da testare.

Tra i metal che ci sono stati gentilmente inviati, c’è anche l’XP ADX 150, speditoci dal distributore Detector Center di Cervia. Si tratta della macchina entry-level del costruttore francese di cui, fino ad ora, si è sentito sempre poco parlare, forse perché un po’ messo in ombra dai suoi fratelli maggiori Goldmaxx I e II, Mito I, II e III, G-MAXX e, ovviamente, il top di gamma DEUS.

Continue Reading


MD CLUB ITALIA annuncia il premio del Concorso di Marzo


 

MD Club Italia, gruppo affiliato alla LIMH e tra i più attivi nella promozione del metal detecting hobbistico, sa bene come il nostro passatempo sia amato ma nello stesso tempo delicato.
La tentazione a tenere per sé ritrovamenti fortuiti di interesse storico può essere forte, non tanto perché il detectorista sia un criminale ma per il piacere e l’emozione di aver trovato qualcosa di importante anche se non ci appartiene. A volte seguire le regole può sembrarci eccessivo ma il loro rispetto paga sempre…

In arrivo il Deteknix Quest Pro!


Abbiamo ricevuto la conferma ufficiale oggi, dal distributore nazionale Omega Solution, che la prossima settimana ci verrà inviato, per una prova completa, l’interessantissimo Deteknix Quest Pro!

La Deteknix, di cui abbiamo già parlato con la prova del loro XPointer (LINK), probabilmente uno dei pinpointer con il miglior rapporto prezzo-prestazioni sul mercato, ha deciso di fare un notevole salto di qualità introducendo nel proprio catalogo alcuni metal detector avanzati.

Continue Reading