MODS

Una seconda vita per la mia piastra DETECH SEF 12”x10”


2014-11-25 15.14.29Da un po’ di tempo il mio fido White’s Spectra V3i, con bobina Detech SEF 12×10 V-Nulled, emetteva degli strani suoni e dava segni d’instabilità apparentemente ingiustificabili. Le prestazioni, pian piano, quasi impercettibilmente, stavano scadendo sempre di più, quando una mattina il dramma! Instabilità assoluta, rumori e scricchiolii sinistri. Credendo che fosse una particolare conformazione del terreno, mi metto a smanettare: abbasso il Gain, abbasso la sensibilità, cambio filtri, rieffettuo il bilanciamento ma niente, nulla cambia. Smonto tutto e con la coda fra le gambe decido di tornarmene a casa . Che rabbia !!! Aspetti con ansia quell’unica mezza giornata in cui puoi “scappare” da tutto e da tutti e dedicarti al tuo hobby preferito e quando ci sei, devi abbandonare.

 

Arrivato a casa rimuovo le protezioni dei connettori (da bravo “maniaco” sono solito avvolgere le estremità dei cavi vicino ad attacco piastra e connettori con nastro auto agglomerante), apro il connettore e trovo un filo dissaldato..

connettore Model (1)

Lo schema di collegamento del connettore Detech SEF

Che sollievo! Risaldo il filo e provo nuovamente il metal. Ancora instabile e con funzionamento altalenante. Mi viene in mente che forse per saldare il connettore devo aver tirato qualche filo che probabilmente scorre all’interno della guaina protettiva. Il sospetto di avere anche il cavo rotto in prossimità della piastra si fa sempre più concreto quando provo a muoverlo tenendo detector e piastra sul tavolo. Un concerto !!!! Decido allora di intervenire sulla piastra.

1-2

 

Forte dei consigli e dell’articolo fatto da Sergio/”Xergix” per la riparazione di una SEF, smonto la piastra, rimuovo il copri piastra e, utilizzando una pistola termica, scaldo la resina nella parte inferiore proprio sotto al connettore. Aiutandomi con un cacciavite rimuovo le scagliette di resina che, scaldata, tende a polverizzarsi. Piano piano si cominciano a intravvedere i fili e le saldature .

2

Ripulisco il tutto ed estraggo uno spezzone del cavo precedentemente reciso. Come è possibile vedere dalla foto, il filo sulla sinistra ha le guaine completamente fessurate. Queste guaine, strusciando fra di loro, mandano i fili sottostanti in cortocircuito con conseguente malfunzionamento del metal.

3

A questo punto il problema diventa il reperimento di un cavo idoneo. Sempre su consiglio di Sergio, mi metto in caccia di un cavo audio di tipo Tasker schermato, purtroppo non di facile reperibilità. Ne trovo uno in un negozio di elettronica della mia zona. Il cavo in questione è molto morbido e rimane tale anche alle basse temperature.

6

Per maggior sicurezza decido di inserirlo in una guaina ignifuga di quelle utilizzate per proteggere i fili all’interno di forni e cucine (reperibile presso i negozi di ricambi di elettrodomestici ed elettronica).

7

Segnato l’ordine dei cavi, effettuo le saldature delle coppie di fili, isolo i capi con guaine termorestringenti e passo un primo strato di guaina epossidica (Milliput) arrivando a riempire fino al segno nero che si vede in foto .

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

La sottile linea nera è infatti uno strato di vernice conduttiva (di solito grafite) che viene stesa per schermare i “fili “. Ripristino anche questo stato con della semplice polvere di grafite (ottenuta polverizzando la mina di una matita da muratore) dopodiché, chiudo il tutto con l’ultimo strato di resina epossidica.

5

Una volta che la resina è completamente indurita (dopo circa 8 ore) monto la piastra sul metal e inserito lo spinotto (con i dovuti scongiuri del caso ) accendo la macchina … Evviva tutto va a meraviglia !!!

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mauro/"Mauroki"

Mauro/”Mauroki”

Con questo piccolo racconto spero di essere stato d’aiuto a tutti coloro che si trovano ad avere il V3i con piastra SEF che da “di matto” senza evidenti motivi. E’ un tentavo che vale la pena fare, l’alternativa è buttare la piastra o, peggio ancora, pensare di venderla a qualche ignaro acquirente, come ho saputo essere accaduto più volte.

Mauro/”Mauroki”
Vice Direttore AMD Tech Team


2 commenti on Una seconda vita per la mia piastra DETECH SEF 12”x10”

  1. Maurizio/Boo632

    Io ho due piastre Detech: 12″x10″ V-nulled e 10″x5″ WSS, ottime piastre, ma ho il terrore che la prima abbia lo stesso problema. Già in tempi non sospetti l’avevo fatto presente sui forum. Ottime piastre ma costruite coi piedi e cablaggio scadente.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.