GO MINELABBING 2016: una giornata perfetta…

Vi è mai capitato di pensare: “WOW! Che giornata magnifica! Come sto bene!”?. Bhè, a volte succede, e il 14 maggio 2016, è stata per me una di quelle. Ho rivisto carissimi amici, tra i quali Alessandro, Angelo (PS… Grazie per il quadretto con le foto e per le buonissime piadine!) e Peppe dello Staff “I Detectoristi Italiani” e tantissimi altri che saluto di cuore.

12920490_1555124761484567_2194184650920229550_n

E’ stata anche l’occasione  per fare un bel viaggio in una splendida Regione, le Marche, dove ho partecipato, anche se solo come divertito osservatore, ad una giornata speciale dedicata al nostro hobby che difficilmente potrò dimenticare: il Go Minelabbing Day, organizzato a Mombaroccio, pittoresco borgo medioevale in provincia di Pesaro-Urbino. Patrocinata dalla Minelab, famosa azienda australiana costruttrice di cercametalli, non è stata la solita gara di detecting, non il solito raduno, ma una giornata all’insegna del divertimento, della convivialità e nel puro spirito hobbistico che questa nostra passione dovrebbe sempre avere. Dovete poi sapere che si è trattata di una giornata Mondiale Go Minelabbing, perché nel medesimo giorno, il 14 maggio 2016, si sono svolti altrettanti eventi in tutti i Paesi dove è distribuito questo marchio.

La EB Elettronica, patron dell’evento e distributore ufficiale per l’Italia di Minelab, ha voluto proporre una nuova formula di intrattenimento ai tanti detectoristi intervenuti (oltre 150!): una vera e propria caccia al tesoro!

Dieci scatoloni, opportunamente “camuffati”, erano chiusi da catenelle e lucchetti. Nel campo di gara, ben sepolte, tante chiavi (circa 50) che potevano aprire quei lucchetti! Ovviamente non tutte le chiavi erano in grado di sbloccare i lucchetti, cosa che ha aggiunto ancora più divertimento all’evento premiando quindi anche la fortuna oltre che l’abilità dei concorrenti.

Nella splendida cornice delle colline marchigiane si sono ritrovati centinaia di detectoristi di tutte le età, dai “cucciolini” ai più “stagionati”, che hanno accettato la sfida con entusiasmo e divertimento.

Prima di raccontarvi i dettagli della Caccia al Tesoro, permettetemi di dirvi che La giornata è iniziata con una bellissima ed emozionante sorpresa personale: Simone Marzi della Securdet e lo staff del Metal Detector World Forum e di Italian Detecting, hanno voluto omaggiare l’attività dell’AMD Tech Team con uno splendido award per il “Miglior Sito dedicato al Metal Detecting”: uno stupendo modellino di Garrett ACE 250, in scala perfetta e realizzato con una sofisticata stampante 3D, con tanto basamento con il logo in rilievo dell’AMD Tech Team e adesivo della LIMH (Lega Italiana MetalDetecting Hobbistico) che mi onoro di aver fondato e di esserne coordinatore nazionale e il logo Securdet. Ricevere questo riconoscimento, che sono orgoglioso di condividere con tutti i membri del Team, dal vice-direttore Mauro Tolomei a Sergio Salvetti, Matteo Franceschini e Gianni Giusti, è stato davvero emozionante e ho fatto fatica a non tradire la mia sincera commozione.

Tornando al Main Event…

Come vi ho già detto, è stato bellissimo vedere tanti bambini giocare con i detector e tanti ragazzi e adulti, uomini e donne, che si sono impegnati nella ricerca delle chiavi che avrebbero potuto aprire il lucchetto dei tesori!
E che divertente è stato osservare coloro che trovavano le chiavi “sbuffare” come locomotive per risalire il campo di gara, rigorosamente in salita!

Incoraggiati dalla deliziosa Silvia, dagli impagabili Luca, Fabio, Alessandro, Andrea e Giovanni della EB Elettronica, i fortunati partecipanti hanno aperto, uno dopo l’altro, tutti e dieci i lucchetti senza però sapere cosa avevano vinto.

Solo dopo l’apertura del decimo lucchetto la gara è stata dichiarata conclusa e i partecipanti sono stati invitati a radunarsi presso il Centro Gara.
Un po’ affaticati, ma con sorrisi eloquenti, i tantissimi cercatori si sono avvicinati per scoprire cosa nascondevano gli scatoloni.

Prima di svelare il contenuto dei pacchi sono stati chiamati i bimbi partecipanti, ai quali è stato consegnato un attestato di partecipazione e dei piccoli trofei commemorativi. I bimbi erano estatici, e gli occhi felici dei loro genitori sono stati per me davvero emozionanti.

Uno dopo l’altro sono stati poi chiamati i cercatori che avevano trovato le chiavi giuste e, con la giusta dose di suspense, i pacchi sono stati aperti. All’interno tantissimi premi Minelab: dagli zaini ai ProFinder, dai cappelli australiani con logo Minelab ai detector GoFind e X-Terra. E non solo! A tutti i partecipanti sono stati regalati una maglietta Detector Center e altri gadget Minelab come occhiali da sole, sacchette porta-cellulare impermeabili e altri graditissimi oggetti.

Leonardo Ciocca
Leonardo Ciocca

Dopo la gara c’è stato un bellissimo momento di aggregazione, dove ho avuto la possibilità di rivedere e salutare tanti amici, conoscere altri appassionati (addirittura Gabriel, uno degli amici partecipanti, mi ha chiesto una dedica personale sul mio libro! Che emozione!) e scambiare idee e progetti con i ragazzi della EB che hanno anche gentilmente offerto “un giro” di amaro e vodke aromatizzate.

La giornata è stata davvero splendida e la formula, fuori dalle tradizionali gare, ha riscosso un notevole successo: speriamo quindi che si possa replicare molto presto. Faccio quindi i miei sinceri complimenti allo staff EB Elettronica per l’eccellente organizzazione e la calorosa accoglienza riservata a me e a tutti i partecipanti, che saluto di cuore!

Ci vediamo al prossimo raduno!

Leonardo Ciocca
AMD Tech Team

 

 

 

 

3 pensieri riguardo “GO MINELABBING 2016: una giornata perfetta…

  • 16 Maggio 2016 in 12:44
    Permalink

    Grazie della dedica sul tuo libro 🙂
    Sei una persona molto in gamba .. A presto carissimo 🙂
    Giornata bellissima solo X vedere ogni volta le persone che rendono speciali questi giorni di raduni ..
    Un abbraccio a te e tutti 😉

    Rispondi
  • 16 Maggio 2016 in 15:33
    Permalink

    Ma come?
    Una menzione speciale al cercatore più bello (o a quello più alto, o a quello più dotato, che poi sarei sempre io medesimo)…no???

    Rispondi
    • 16 Maggio 2016 in 15:46
      Permalink

      Purtroppo ci siamo scordati a casa il trofeo “CAGACAZZ” che ti avevamo dedicato…ahahahaha

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.