CCBOX: prendiamoci cura dei nostri target!

In questo blog parliamo prevalentemente di metal detector, di teoria e tecnica, di accessori di scavo ma spesso trascuriamo un punto molto importante del nostro hobby: la conservazione degli oggetti che troviamo.

Al di la di monete correnti o di gioielli e preziosi moderni, a volte i ritrovamenti hanno qualche anno sulle spalle (ovviamente sempre nel rispetto delle vigenti norme in tema di tutela del patrimonio archeologico, storico, artistico e culturale del nostro Paese) e meritano una particolare attenzione, per non essere rovinati e perdere il loro infinito fascino…

12248151_10205441479061592_97784301513288493_oTeniamo conto di alcune cose che spesso trascuriamo: il processo di recupero degli oggetti sepolti è, di per se, molto rischioso per l’integrità degli stessi. Pale, vanghe, zappette, coltelli da scavo sono tutti strumenti che possono rovinare in modo definitivo per via della loro ovvia durezza. Più volte è capitato che uno scavo maldestro abbia compromesso in modo drammatico la bellezza dell’oggetto rilevato sottoterra.

Ma quando tiriamo fuori l’oggetto? Come lo trattiamo?

E’ cosa piuttosto comune metterlo in tasca o in una sacchetta e proseguire le nostre ricerche sperando che la fortuna continui ad assisterci.

Ma avete mai pensato a cosa può succedere quando le tasche o le sacchette non sono pulite o quando i target sono più di uno e sono a contatto fisico tra loro?

La delicata patina che dona la “magia” al nostro tanto sudato (a volte si fanno buche enormi!) target rischia di essere malridotta da questa stupida disattenzione. Graniglia, frammenti di pietrisco e il semplice sfregamento degli oggetti tra loro può lesionare la superficie creando graffi orribili.

Ecco che CCBOX ci viene in soccorso.

Una idea tanto semplice quanto elegante e pratica. Un box con chiusura a vite e pieno di delicato foam (schiuma poliuretanica) pre-tagliato, ci permetterà di custodire i target appena trovati evitando non solo lo stress meccanico sopra indicato ma, grazie all’acqua distillata con cui lo potremo umettare, anche di prevenire il fenomeno della cementificazione, una sorta di indurimento progressivo, del velo di terra che ancora ricopre le nostre monete o devozionali appena dissepolte.

Le dimensioni ed il numero di intagli nel foam sono capaci di contenere un discreto numero di target, anche di dimensioni non troppo piccole. Tra l’altro, come accessorio è disponibile un comodo attacco in cordura per tenere alla cintura il vostro CCBOX ed averlo sempre a portata di mano.

Una delle cose più carine di questo prodotto è che è disponibile con varie sovraimpressioni nel coperchio.

Su questo infatti, è impresso a rilievo il profilo di alcune delle piastre di detector più famose: Garrett AT-PRO, Minelab Sovereign, Detech Ultimate, NEL Tornado/CORS Strike e XP DEUS. Il Costruttore ha poi annunciato che nel prossimo futuro saranno disponibili ulteriori personalizzazioni.

CONCLUSIONI

Che siate dei veri hobbisti, interessati a proteggere i vostri ritrovamenti o, perché no, amici o compagni di cercatori che vogliano fare un graditissimo regalo alla persona alla quale volete bene, un CCBOX è un’idea carina e veramente utile.

Let’s go hunting!

Leonardo Ciocca
AMD Tech Team

Caratteristiche tecniche dichiarate

Materiale: Alluminio
Diametro: 7.0 Centimetri
Altezza: 4.2 Centimetri
Peso: 19 Grammi
  • Interamente in alluminio.
  • Tappo a vite stagno con filettatura a passo rapido.
  • Leggerissimo, durevole e facilmente trasportabile.
  • Struttura interna in foam pretagliato a scomparti per mantenere separati i  ritrovamenti.
  • Inumidendo la spugna interna potrete preservare gli oggetti dalla cementificazione facilitandone la successiva pulizia.
  • Logo in rilievo sul tappo personalizzato con lo shape della tua piastra.

Informazioni e prezzi:
CCBOX
Web: www.ccbox.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.