HELP! Aiutiamo l’Emilia-Romagna con un SMS al 45500!

I tragici eventi di questi giorni che hanno colpito i nostri concittadini emiliani richiedono un veloce e fattivo intervento da parte di tutti noi. Mi sono permesso di ripubblicare anche qui il contenuto di una pagina del sito della Regione Emilia-Romagna: http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/primo-piano/Terremoto-45500-attivo-il-servizio-di-sms-solidale

Forza Emilia-Romagna! Siamo tutti con voi!!!

Leonardo/Bodhi3

—————–

Terremoto, 45500 attivo il servizio di sms solidale

Donazioni via sms di due euro grazie a un accordo Regione e Protezione civile nazionale

In sintesi

E’ attivo un servizio di sms solidale: al numero 45500 si possono donare due euro per dare un aiuto alle popolazioni delle zone colpite dal terremoto. Al momento sono 16 le vittime, 350 i feriti e 8 mila gli sfollati dopo le nuove scosse del 29 maggio. “Faremo tutto quello che dovremo fare per la sicurezza dei cittadini e per dare la certezza che si ricostruisca” – ha detto il presidente della Regione Vasco Errani.  Mario Monti ha ribadito che “L’impegno dello Stato sarà garantito”, mentre “grande solidarietà” è stata espressa dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. LaRegione ha attivato una raccolta fondi tra privati ed Enti pubblici. Le opzioni per i cittadini sono: versamento su conto corrente postale, bonifico bancario o versamento diretto, con causale: Contributo per il terremoto 2012 in Emilia-Romagna.

29.05.2012

La Regione Emilia-Romagna ha attivato una raccolta fondi rivolta a quanti – privati ed Enti pubblici – desiderano versare un contributo per far fronte ai costi del terremoto che ha colpito le province di Modena, Ferrara e Bologna.

Per i privati le possibilità sono le seguenti:

– versamento sul c/c postale n. 367409 intestato a: Regione Emilia-Romagna – Presidente della Giunta Regionale – Viale Aldo Moro, 52 – 40127 Bologna;

– bonifico bancario alla Unicredit Banca Spa Agenzia Bologna Indipendenza – Bologna, intestato a Regione Emilia-Romagna, IBAN coordinate bancarie internazionali: IT – 42 – I – 02008 – 02450 – 000003010203;

– versamento diretto presso tutte le Agenzie Unicredit Banca Spa sul conto di Tesoreria 1 abbinato al codice filiale 3182.

Per quanto riguarda invece gli Enti pubblici, è previsto l’accreditamento sulla contabilità speciale n. 30864 accesa presso la Banca d’Italia – Sezione Tesoreria di Bologna.

In tutti i casi (privati ed Enti pubblici) il versamento dovrà essere accompagnato dalla causale: Contributo per il terremoto 2012 in Emilia-Romagna.

dal sito http://www.repubblica.it

E’ attivo dalle 19.00 di oggi, martedì 29 maggio, e fino al 26 giugno il numero di smssolidale 45500 per la campagna di raccolta fondi straordinaria a favore delle popolazioni della Regione Emilia-Romagna duramente colpite dagli eventi sismici, il cui ricavato verrà versato sul fondo della Protezione civile.

L’iniziativa è frutto di un accordo tra Regione Emilia-Romagna e Protezione civile nazionale.

“L’Emilia-Romagna – ha spiegato il presidente della Regione, Vasco Errani, che insieme al capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, hanno seguito l’evolversi della situazione al Centro operativo di Marzaglia – deve trovare nell’Italia quella solidarietà che ha sempre offerto con orgoglio e umiltà al Paese”.

Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun sms inviato da cellulari: TIM, Vodafone, WIND, 3, Poste Mobile,
CoopVoce, Tiscali e Noverca; mentre sarà sempre di 2 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa di: Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, TeleTu e Tiscali.

dal sito http://bologna.repubblica.it Il punto sul terremoto
Al momento sono 16 le vittime e 350 i feriti del sisma che ha colpito questa mattina l’Emilia-Romagna. Oltre 8 mila le persone evacuate dalle loro abitazioni dopo le nuove scosse, 4.500 nel Modenese e le altre tra le province di Bologna e Ferrara.

Entro la serata saranno allestiti 4.500 nuovi posti. La Protezione civile sta lavorando per rafforzare (con un migliaio di posti) le strutture già esistenti, entro la serata saranno attrezzati 5 nuovi campi di accoglienza con 1.250 posti, grazie all’aiuto delle RegioniFriuli Venezia Giulia (destinazione Mirandola) e Abruzzo (a Cavezzo), della Croce Rossa Italia (a Finale Emilia), delle Pubbliche assistenze lombarde (a Novi) e dagli alpini di Treviso (a Cento).

In aumento anche gli alberghi disponibili ad ospitare la popolazione delle zone colpite, grazie ad un accordo con laFederalberghi annunciato dallo stesso Gabrielli. A Crevalcore (Bo) due treni speciali accoglieranno circa 450 sfollati, mentre un campo attrezzato dall’Esercito sarà gestito dai volontari della Protezione civile dell’Emilia-Romagna.
Bondeno (Fe) è al lavoro il Genio ferrovieri di Castelmaggiore (Bo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.