VIDEO: Desert Gold, recupero profondo e sistema di bilanciamento

L’utente Paolo/”Nummus”, dopo aver letto la recensione di Mauro/”Mauroki” del MediaElettra Desert Gold, ha preparato questo videotest dove ci mostra le potenzialità di questo strumento che, guardando il filmato, non potranno che stupirvi. Nel 2009 aveva sepolto una moneta di Vittorio Emanuele II ad oltre 40 cm di profondità. Purtroppo aveva dimenticato l’esatta collocazione della moneta. I precedenti tentativi di ritrovarla, effettuati con i suoi detector, un XP GoldMaxx e un Minelab Explorer XS, risultarono vani.

Paolo ci ha mandato questo video soprattutto per chiederci un opinione tecnica su un particolare fenomeno che si produce durante l’utilizzo del Desert Gold. Una volta iniziato lo scavo, per il recupero dell’oggetto, il detector tende a perdere il segnale. Dopo esserci consultati, la nostra opinione è che tale fenomeno sia probabilmente legato al sistema di bilanciamento del terreno del detector. Questo infatti, in presenza di buche aperte, sentirà tali aperture al pari di una variazione di mineralizzazione fuori norma. Questa variazione comporterà il conseguente ri-bilanciamento della macchina con una probabile desensibilizzazione della macchina per un valore di conduttività simile a quello del target che, precedentemente, era stato segnalato. Ecco quindi il motivo che potrebbe giustificare la perdità di “agganciamento” del segnale del target una volta aperta la buca.

Non vogliamo aggiungere nessun commento sul contenuto del video e sulle prestazioni del detector, già ampiamente illustrate nella prova di Mauro/”Mauroki”, ma cogliamo l’occasione per invitare chiunque a spedirci i propri video test per le nostre analisi.

Buona visione!

Leonardo/”Bodhi3″

Direttore AMD Tech Team

——-

Post Scriptum: E’ utile, a mio modo di vedere e come anche rilevato da alcuni altri lettori, far notare come l’ossido di rame accumulato nel contenitore di plastica, messo in sospensione dall’acqua che si è infiltrata negli anni, possa aver esteso leggermente l'”alone” intorno alla moneta, facilitando un pochino la rilevazione. Resta comunque decisamente evidente che si tratta di una profondità fuori dall’ordinario e che merita ulteriori approfondimenti tecnici.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=Urs1vkO_nlY&w=420&h=315]

6 pensieri riguardo “VIDEO: Desert Gold, recupero profondo e sistema di bilanciamento

  • 7 Luglio 2013 in 19:15
    Permalink

    Diciamo che la ricerca è stata molto macchinosa comunque la profondità di ricerca del metal è straordinaria

    Rispondi
    • 8 Luglio 2013 in 8:15
      Permalink

      Ciao Daniele!
      Come ho avuto modo di aggiungere in un Post Scriptum questa mattina, è possibile che l’ossido di rame accumulato nell’acqua dentro l’ovetto possa aver leggermente migliorato la rilevabilità della moneta. Resta comunque un risultato piuttosto eclatante e che merita ulteriori approfondimenti tecnici.

      Rispondi
  • 7 Luglio 2013 in 22:27
    Permalink

    O mago !!! … forse dovremmo fondare un club … non pensate ???

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.