TEST EXCHANGE MEETING: TERNI – Febbraio 2011

Dopo quello di Padova, organizzato da Gladiatore, e quello di Foggia, lanciato da G€rry, come promotore dei TEST EXCHANGE MEETINGS (clicca qui per info sui TEM) non potevo non organizzarne uno a Terni!

Metterò dunque a disposizione, per tutti coloro che sono interessati, i seguenti metal detector:

– Garrett ACE 250
– White’s DFX (con piastre da 9.5″, 12″, 6×10 DD, 8×14 DD, SEF 15×12)
– Minelab E-TRAC
– Blisstool LTC48 V2 (gentilmente prestatomi da Micciulino)

La provincia di riferimento è: TERNI

La data orientativa è: entro il mese di Febbraio 2011 (probabilmente un sabato)

Per unirsi a me lasciate un commento qui o mandatemi una mail a bodhi3@gmail.com .

Sarà una bella occasione per fare nuove amicizie e imparare reciprocamente qualcosa di nuovo.

Happy TEM Hunting!
Bodhi3

PS Se qualcuno avesse un metal XP (DEUS, GoldMaxx, Mito etc) sarei curiosissimo di provarli!

2 pensieri riguardo “TEST EXCHANGE MEETING: TERNI – Febbraio 2011

  • 14 Marzo 2011 in 21:52
    Permalink

    Bello pure il video ma io sono un novellino e chiedo! devo fare il primo accquisto io ho visto il garrett at pro international e il garrett hnter mark 2 mi potreste dare un consiglio su queste 2 macchne? grazie Ezio da’Forli’

    Rispondi
    • 15 Marzo 2011 in 9:43
      Permalink

      Ciao Ezio!
      Le due macchine che mi hai chiesto di confrontare sono un po’ come le arance e le palline da tennis. Si somigliano solo da lontano… 😀
      Scherzi a parte il Garrett AT PRO e il Garrett SEA HUNTER MARK II condividono solo due cose: entrambi vanno a pile e entrambi sono prodotti dalla stessa azienda Texana, tutto il resto è diverso.
      Il primo (AT PRO) è un metal basato su tecnologia VLF (Very Low Frequency) ed è destinato ad un utilizzo generale con predilezione verso monete e reliquie su terreni più o meno mineralizzati (mineralizzazione ferrosa) ed è dotato di ottime capacità di discriminazione degli oggetti “buoni” e “non buoni”. Il SEA HUNTER invece funziona grazie alla tecnologia Pulse Induction, nata per la ricerca dell’oro nativo (Attenzione! Quando leggi Oro Nativo si intendono piccole pepite naturali, fiocchi d’oro naturale e minerali auriferi, NON si intendono anelli, orecchini, collanine e braccialetti in oro!) ma che può essere usata, con una certa pratica, anche per la ricerca di monete e oggetti preziosi, in acqua marina grazie alla sua capacità di ignorare i disturbi provocati da quest’ultima (mineralizzazione salina). I Pulse Induction generalmente sono molto primitivi come capacità di discriminazione, specie se si confrontano con i modelli VLF. Hanno però il vantaggio di raggiungere profondità notevoli anche in terreni dove invece i VLF non riescono quasi a lavorare (terreni fortemente mineralizzati e in mare).
      Se devi acquistare la tua prima macchina, tra i due ti consiglio sicuramente il GARRETT AT PRO. E’ in assoluto molto più flessibile, moderna, versatile, capace di ottima discriminazione e ti permette anche di fare ricerca in mare grazie al suo essere stagno e a prova d’acqua. Il SEA HUNTER è un modello specialistico che consiglierei solo a persone esperte e a chi esegue ricerche SOLO in mare. In terra non regge il confronto neanche con metal molto meno costosi.

      Spero di esserti stato utile…

      Per ulteriori dubbi o chiarimenti chiedi pure, sarà un piacere rispondere.

      Ciao!
      Leonardo

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.